Il Corridoio Vasariano, forse la struttura più famosa al mondo nel suo genere, presto tornerà a disposizione degli amanti dell’arte e della cultura di Firenze.

Tornerà accessibile al pubblico nel 2021 la celebre passeggiata “sospesa” che conduce dagli Uffizi a Palazzo Pitti di Firenze. Il Corridoio Vasariano, voluto da Cosimo I dei Medici e realizzato da Gaetano Vasari nel 1565, è chiuso per motivi di sicurezza dal 2016. Sarà ora oggetto di un vasto e complesso piano di restauro presentato lo scorso 19 febbraio dal direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt.

Ti potrebbe interessare anche: Antonello da Messina, i capolavori in mostra a Milano

Il restauro del Corridoio Vasariano costerà dieci milioni di euro e comporterà un anno e mezzo di lavori. Una volta terminato permetterà l’accesso a un’ampia fetta di pubblico: si stimano 500 mila visitatori all’anno, che dovranno comunque munirsi di prenotazione. I biglietti costeranno 45 euro in alta stagione e 20 in bassa. Partendo da un ingresso creato ad hoc al piano terra degli Uffizi, i visitatori saliranno con un ascensore al primo piano e da lì avranno accesso alla passeggiata panoramica affacciata che passa sopra Ponte Vecchio e arriva al giardino mediceo di Boboli e alla reggia granducale di Palazzo Pitti. Rispetto al passato, il Corridoio restaurato non comprenderà più le oltre 700 opere finora ospitate e che saranno disposte in altri spazi degli Uffizi. Saranno in compenso riaperte tutte le 73 finestre, alcune delle quali tenute sempre chiuse per non danneggiare i dipinti.

Corridoio
Veduta esterna del Corridoio Vasariano

Eike Schmidt reputa il progetto legato al Corridoio “fondamentale per gli Uffizi, per la Toscana e, direi senza esagerare, per l’Italia intera”. Rilancia inoltre l’idea di proporre al pubblico un biglietto unico “che comprenda sette istituzioni culturali fiorentine: Palazzo Vecchio, Uffizi, Corridoio Vasariano, Palazzo Pitti, giardino di Boboli, Forte Belvedere e giardino Bardini”. Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, non ha dubbi: “Il Corridoio Vasariano è il percorso più bello del mondo perché collega due simboli del Rinascimento”.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here