L’ultima volta fu il 13 novembre 2017, giorno dell’apocalisse. L’Italia torna a giocare a San Siro, teatro della disfatta contro la Svezia e dell’eliminazione dal Mondiale di calcio. E lo stadio milanese si prepara a una serata di gala.

Già venduti 62mila biglietti, con la previsione di arrivare fino a circa 70mila. San Siro è pronto a riaccogliere l’Italia, in vista della gara di domani – sabato 17 – contro il Portogallo. La partita, valida per la fase a gironi di Nations League, assume così il sapore dell’occasione per un riscatto. Almeno, metaforico: la mancata partecipazione a un Mondiale non si dimenticherà tanto facilmente. Occorreranno risposte sul campo e fuori, non solo nell’ambito di una o due partite ufficiali. A ogni modo, il c.t. Roberto Mancini dichiara a Vivo Azzurro di preparare “una gara d’attacco” per “ringraziare il pubblico“.

Un’occasione da non perdere

I precedenti sono favorevoli agli azzurri. Negli undici precedenti contro il Portogallo, l’Italia ha vinto dieci volte e pareggiato in una sola occasione. San Siro rimane, poi, una fortezza inespugnabile: nessun k.o. da quarantacinque partite. La squadra di Mancini avrebbe bisogno di una vittoria per scalzare proprio i lusitani al primo posto del gruppo 3 di Nations League. Il Portogallo è in testa con sei punti, tallonato dall’Italia, ferma a quota quattro.

Italia
Roberto Mancini
Le probabili formazioni

Mancini conferma il 4-3-3 che ha funzionato nella vittoria in Polonia dello scorso 14 ottobre. A centrocampo si rivede il modulo a doppio regista formato da Marco Verratti e Jorginho. In attacco, l’Italia si affida al tridente Chiesa-Immobile-Insigne. La speranza è che l’attaccante del Napoli ritrovi presto la via del gol: l’ultimo risale al 27 marzo, giorno dell’amichevole contro l’Inghilterra. Per Giorgio Chiellini si tratterà della centesima presenza in nazionale. Il Portogallo, com’è noto, dovrà fare a meno della superstar Cristiano Ronaldo. Fra gli “italiani”, si rivedono João Cancelo (Juventus) e Mario Rui (Napoli.

Italia (4-3-3): G.Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Biraghi; Verratti, Jorginho, Barella; F.Chiesa, Immobile, Insigne. All: Roberto Mancini
Portogallo (4-3-2-1): Rui Patricio; João Cancelo, Rúben Dias, Pepe, Mário Rui; Rúben Neves, William Carvalho, Rafa Silva; Pizzi, Bernardo Silva; André Silva. All: Fernando Silva

Arbitra l’olandese Danny Makkelie.

Vuoi leggere altre notizie di Sport? Visita anche la nostra pagina Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here