Di what if è piena anche la storia del cinema. Di progetti, cioè, mai realizzati e che avrebbero potuto segnare una svolta o positiva o negativa per un’intero filone narrativo. Una di queste fantasie coinvolge anche la “carriera” cinematografica di Batman.

Cosa sarebbe successo, infatti, se nel 2005 non fosse arrivato “Batman Begins”, la pellicola con cui Christopher Nolan ha dato il via alla fortunatissima trilogia sul Cavaliere oscuro? La risposta ci viene data da Alex Kurtzman, sceneggiatore e regista, di recente in auge grazie alla scrittura di “Star Trek – Discovery” (2017).

Ti potrebbe interessare anche: Dc Expanded Universe, Jason Momoa commenta i rumor su Cavill e Affleck

Intervistato da THR, Kurtzman infatti rivela di aver provato a proporre alla Warner un progetto su Batman prima di Nolan stesso. Stando ai suoi piani, la nuova versione del Cavaliere di Gotham avrebbe dovuto proseguire sulla linea delle ultime – e controverse – pellicole dirette da Joel Schumacher: “Batman Forever” (1995) e “Batman & Robin” (1997). Nel senso, cioè, della solarità e dello humor. Magari stemperando un po’ i barocchismi visivi di quelle opere. Tuttavia, la risposta della Warner sarebbe stata negativa: “Non ci siamo resi conto che loro volevano realizzare qualcosa di più dark. Dopo o tre o quattro settimane di pianificazione, il produttore esecutivo ci ha fermati dicendo: ‘Non vi hanno detto che vogliamo ben altro?’ Così ce ne siamo andati“.

Considerando il risultato ottenuto da Christopher Nolan tramite la sua trilogia, verrebbe da dire: meno male che quel progetto è fallito. A ogni modo, la Warner sta preparando ancora una pellicola su Batman: a dirigerlo sarà Matt Reeves, ma è ancora mistero sull’attore protagonista e sulla data di uscita.


 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here