Il lato oscuro della spettacolarizzazione – in senso neutro – dei media sulle grandi tragedie ha fatto centro un’altra volta. Stavolta accade con il disastro di Chernobyl, fatto rivivere da una pregevole miniserie della Hbo.

La testata statunitense Usa Today rivela infatti un dato inquietante: nella Chernobyl Exclusion Zone – vasta area comprendente il sito dell’incidente nucleare del 1986 e vigente sotto un regime amministrativo speciale – si sarebbe registrato un boom di visitatori a seguito dell’uscita di “Chernobyl”, serie Tv della Hbo. Un dato che arriva a un incredibile +30 per cento.

Ti potrebbe interessare anche: “Dune”, non solo il film: anche una serie in arrivo

«La maggior parte della gente ha affermato di aver prenotato dopo aver visto lo show. È come se avessero guardato la miniserie e fossero saliti sull’aereo subito dopo»: lo rivela a FoxNews Victor Korol, direttore di SoloEast, agenzia di viaggi creata ad hoc per le visite in quell’area off limits. Può sembrare strano, ma in realtà la Chernobyl Exclusion Zone è visitabile pur essendo ritenuto uno dei luoghi più pericolosi del mondo in termini di inquinamento. La città fantasma di Pryp’jať, situata a 110 km da Kiev (Ucraina), è stata aperta al pubblico dal 2011 ma solo per le visite guidate: molti edifici, infatti, risultano ancora a rischio crollo. Senza contare la presenza di aree ancora densamente radioattive. Le sue “attrazioni” principali, per così dire, sono il reattore della vecchia centrale e il parco divertimenti Ferris Wheel. Quest’ultimo sorprende per il contrasto per il senso di gioia dell’idea della struttura e il clima desolante in cui versa.

Di base, l’area ogni anno conta già 10 mila visitatori. Ora, con il successo della serie Tv “Chernobyl”, i cacciatori di selfie dell’orrore potrebbero addirittura decuplicarsi. Anche se lo stesso autore dello show, Craig Mazin, invita alla calma: «È meraviglioso che #ChernobylHBO abbia ispirato un’ondata di turismo nella Zona – così in un tweet -. Ma ho visto le foto in giro. Se visitate quei luoghi, per favore ricordate che sono stati teatro di una terribile tragedia. Comportatevi con rispetto per tutti coloro che hanno sofferto e sacrificato».


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here