Domani e domenica – 19-20 gennaio, rispettivamente alle 21 e alle 17.30 – presso il Must Musco Teatro di Catania si terrà uno spettacolo a dir poco originale.

Si tratta di “Significar mangiando”, iniziativa che combina due sfere culturali in apparenza distanti tra loro come il teatro e la gastronomia. L’attore e regista teatrale Edoardo Siravo racconterà il ruolo del cibo nella vita e nell’arte, attraverso la citazione di passi dalla grande letteratura mondiale. L’idea alla base dello spettacolo è la messa in rilievo della centralità del gusto fra i sensi dell’esperienza umana. Con autori, da Omero a Shakespeare, impegnati a metterla in risalto mediante il connubio tra parole e sapori.

Ti potrebbe interessare anche: “Balzac e la piccola sarta cinese” di Dai Sijie: la cultura come arma a doppio taglio

Ci sarà, come prevedibile, molta letteratura italiana. Achille Campanile, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Guido Gozzano e Trilussa la fanno da padroni, con i loro scritti densi di ironia. La comicità sarà la colonna portante di “Significar mangiando”, grazie agli sketch degli artisti e in particolare di “Trimalchione”. Il celebre personaggio del Satyricon di Petronio è l’emblema universale della gozzoviglia e quindi la migliore guida in questo viaggio alternativo. Ad accompagnarne le gesta, la musica del vibrafono di Alberto Asero e lo show burlesque di Rose Selavy.

Significar mangiando
La cena di Trimalcione

Il pubblico è peraltro reso partecipe, grazie alla possibilità di degustare un food-concept offerto durante lo spettacolo.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here