La strada si chiama “Patagonia Parks Route” o “La Ruta de los Parques de la Patagonia” un percorso di 2.800 chilometri collega 17 parchi nazionali. La Patagonia cilena è sinonimo di libertà. Qui la natura è la regina e padrona. Visitare i suoi parchi nazionali, la cui superficie raggiunge i 45.000 chilometri quadrati, è un’esperienza che segna un prima e un dopo nella vita di ogni essere umano. E non stiamo esagerando.

2.800 chilometri di natura ininterrotta 

Alla fine dello scorso anno abbiamo saputo la notizia dell’importante donazione fatta da Tompkins Conseravation allo Stato del Cile, fondazione guidata dal miliardario Douglas Tompkins e sua moglie Kristine che hanno donato fondi molto ingenti al governo cileno per la creazione del parco nazionale più grande che si conosca. Ora, insieme a Imagen de Chile, Tompkins lancia una campagna per promuovere la Ruta de los Parques de la Patagonia. L’obiettivo è che il Cile sia riconosciuto come un esempio di turismo di livello mondiale basato sulla conservazione; lo scopo è di valorizzare i 17 Parchi Nazionali e le loro 60 comunità circostanti.

Cile, inaugurata la strada più incantevole della Patagonia
Patagonia, un viaggio che non si dimenticherà mai

Questo percorso di 2.800 chilometri collega Puerto Montt a Cabo de Hornos, nell’estremo sud Cile e comprende la Carretera Austral (la strada che attraversa il Cile fino alla Patagonia argentina), i fiordi della Patagonia e la Ruta del Fin del Mundo.

Con la realizzazione di questa strada, il governo vuole migliorare l’immagine turistica del Cile, che deve essere vista non come una destinazione di solo vino, frutta e rame, ma anche di conservazione della natura, dove i parchi nazionali diventano motori delle economie locali, attraverso il turismo eco sostenibile, facendo sì che la cosa più importante di questa iniziativa sia il continuo miglioramento delle relazioni tra i parchi nazionali e le comunità circostanti e viceversa.

La strada in cifre

17 parchi nazionali, oltre 60 comunità, 2.800 chilometri, 3 regioni (Los Lagos, Aysén e Magallanes), 11,5 milioni di ettari protetti, il 91% del territorio protetto dal Parco Nazionale, con le sue 140 specie di uccelli e 46 specie di mammiferi.

Un percorso adatto a tutti

L’idea è che i visitatori possano seguire il percorso, in parte o in tutto, a seconda del tempo che hanno e dei loro interessi. E’ un percorso adatto a tutti, in quanto offre diverse opzioni in base agli interessi di ogni visitatore, con percorsi di diversa difficoltà e può anche essere fatta in auto, in bicicletta o in moto. Il miglior periodo dell’anno per attraversare la strada è tra ottobre e maggio.

Cile, inaugurata la strada più incantevole della Patagonia
La mappa della Ruta de los Parques de la Patagonia

La strada delle meraviglie

Questo territorio è uno dei più belli e incontaminati del mondo, si troveranno paesaggi spettacolari anche senza scendere dall’auto, con foreste millenarie, ghiacciai, laghi, cascate, steppe della Patagonia, campi di ghiaccio, e una grande biodiversità di flora e fauna. Inoltre, il percorso si collega con diverse comunità locali di grande fascino e persone molto accoglienti, quindi il tour sarà molto stimolante sia per la bellezza dei suoi paesaggi e delle sue persone e tradizioni. Tra i luoghi più famosi che include il percorso c’è il circuito W del Parco Nazionale Torres del Paine, dove si trova l’imponente Ghiacciaio Grigio.

Meno conosciuti, ma ugualmente belli, sono i ghiacciai del Parco Nazionale Laguna San Rafael. Da non perdere le valli scavate dal fiume Chacabuco nel Parco Nazionale della Patagonia e l’imponente Cerro Castillo, nel Parco Nazionale che ha lo stesso nome.

“Questa strada apre la possibilità di immagine un viaggio on the road della durata di settimane”, spiega un membro della Tompkins Conservation, Rick Ridgeway. “È un’idea entusiasmante, anche per gli stessi cileni, perché accende l’immaginazione delle persone e permette loro di vedere, se non tutte, almeno la maggior parte delle aree protette, tramite una lunga avventura on the road”.

Vuoi conoscere la strada più bella della Germania? Clicca qui! 

Manuel Carbone

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here