Non sono come gli Oscar originali, ma possono dire qualcosa di quel che accadrà il 24 febbraio a Los Angeles. I Bafta Awards innalzano “Roma” a possibile favorito per la vittoria finale.

I maggiori premi britannici in ambito cinematografico e televisivo ieri hanno incoronato l’opera di Alfonso Cuarón non solo come Miglior film straniero, ma anche come Miglior film. Il regista messicano per “Roma” è peraltro insignito del titolo per la Miglior regia. Risultato tanto più significativo quanto più affermato su “La favorita”, altra pellicola – pardon per la ripetizione – favorita agli Oscar con ben dieci candidature. A questa vanno i premi come Miglior film britannico e Miglior sceneggiatura originale.

Ti potrebbe interessare anche: “The Mule” di Clint Eastwood: il canto di un cigno duro a morire

“La favorita” si riscatta con le interpretazioni di Olivia Colman e Rachel Weisz, premiate rispettivamente come Miglior attrice protagonista e Miglior attrice non protagonista. Sul versante maschile si confermano Rami Malek (“Bohemian Rhapsody”) e Mahersahala Ali (“Green Book”), già vincitori del Golden Globe e a questo papabili per le statuette più celebri.

Ecco tutti i vincitori dei BAFTA 2019:

  • Miglior film – Roma
  • Miglior film britannico – La favorita
  • Miglior regia – Alfonso Cuarón – Roma
  • Miglior attrice protagonista – Olivia Colman – La favorita
  • Miglior attrice non protagonista – Rachel Weisz – La favorita
  • Miglior attore protagonista – Rami Malek – Bohemian Rhapsody
  • Miglior attore non protagonista – Mahershala Ali – Green Book
  • Miglior sceneggiatura originale – La favorita
  • Miglior sceneggiatura non originale – BlacKkKlansman
  • Bafta rising star – Letitia Wright
  • Miglior film d’animazione – Spider-Man: Un nuovo universo
  • Miglior film straniero – Roma
  • Miglior documentario – Free Solo
  • Miglior colonna sonora originale – A Star Is Born – Bradley Cooper, Lady Gaga, Lukas Nelson
  • Miglior fotografia – Roma
  • Migliori costumi – La favorita
  • Miglior montaggio – Vice – L’uomo nell’ombra , Hank Corwin
  • Miglior scenografia – La favorita – Fiona Crombie, Alice Felton
  • Miglior trucco e acconciature – La favorita – Nadia Stacey
  • Miglior sonoro – Bohemian Rhapsody
  • Migliori effetti speciali – Black Panther
  • British short film – 73 Cows
  • British short animation – Roughhouse
  • Miglior debutto di un regista, sceneggiatore o produttore britannico – Beast – Michael Pierce (Sceneggiatore/Regista), Lauren Dark (Produttrice)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here