Dall’Austria arriva la notizia che potrebbe causare un domino di reazioni in tutta l’Europa su un tema sempre delicato e controverso.

Dopo il bando del burqa e del niqab negli uffici pubblici deciso già nel 2017, l’Austria si appresta a vietare anche il velo nelle scuole elementari. Ieri il Parlamento di Vienna ha approvato una legge con i voti della maggioranza di governo – i popolari di Kurz (Oevp) e l’ultradestra Fpoe – che proibirà di “indossare indumenti religiosi che coprano la testa”. A novembre del 2018 il velo era già stato vietato negli asili, ufficialmente per proteggere le bambine “dall’indottrinamento religioso”.

Ti potrebbe interessare anche: Usa, nuova legge in Alabama: aborto vietato anche dopo incesto o stupro

Si specifica che l’abbigliamento oggetto del bando sarà quello “influenzato ideologicamente o religiosamente associato alla copertura della testa“. Secondo un portavoce del Fpoe, la legge è “un segnale contro l’islam politico”. Mentre il deputato Oevp Rudolf Taschner ha detto che la misura era “necessaria” per liberare le ragazze dalla “sottomissione”. Da qui la domanda: e che fare con il copricapo indossato dai Sikh e con la kippah ebraica? Entrambi i partiti sottolineano che la legge sarà mirata solo al velo islamico, anche se non è citato espressamente: si parla degli indumenti che “coprano del tutto o in gran parte i capelli“.

Austria

 

È molto probabile che la decisione sarà contestata davanti alla Corte costituzionale austriaca. Intanto, anche in Germania si comincia a valutare una proposta simile. Il governo cristiano-democratico del Nordreno-Westfalia ha dichiarato che sta studiando un divieto per il velo sotto i 14 anni.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here