“Il rock è morto”. Per Jonathan Davis dei Korn la musica rock non gode di buona salute e non ha lo stesso impatto mediatico di 15-20 anni fa.

Jonathan Davis – frontman dei Korn – è stato ospite di The Jasta Show, podcast condotto da Jamey Jasta degli Hatebreed. Nel corso della puntata sono stati affrontati numerosi argomenti, uno di questi è stato lo stato della musica rock che, secondo lui, è tutt’altro che positivo.

Assieme ai Korn, Davis è stato tra i principali esponenti del nu metal, un movimento musicale che è riuscito ad affermarsi anche al di fuori della stretta cerchia di appassionati godendo dell’attenzione di Mtv e del palco dell’ultima edizione di Woodstock, nel 1999.

korn
Locandina del podcast The Jasta Show

Il cantante spiega: “Ho sempre detto che Korn, Deftones, Limp Bizkit e tutte le band di quel periodo sono state l’ultima guardia delle grandi rock band. Adesso quel tempo si è concluso. Nessuno lo farà come lo abbiamo fatto noi. Nessuno avrà mai quel tipo di esperienza”.

“Era più grande della vita. Ci siamo scontrati con le pop band. Non sto cercando di essere arrogante – prosegue Davis -, ma è stato come… Noi contro le boy band, contro Britney Spears e i Backstreet Boys. Inoltre eravamo legati alla comunità hip hop”.

Al momento i Korn stanno ultimando il loro dodicesimo album, previsto per la prossima estate.

(Vuoi leggere altre notizie di musica? Clicca qui!)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here