L’anno del turismo lento in Italia si apre domenica 3 marzo con la Giornata annuale dedicata alle “Ferrovie Dimenticate”: in 14 regioni italiane si svolgeranno iniziative, incontri, visite guidate, escursioni a piedi e in bicicletta alla riscoperta del patrimonio ferroviario dismesso.

Ferrovie dimenticate, secondarie, ancora attive, che desiderano rilanciarsi, ferrovie chiuse che vorrebbero il ripristino delle corse, ferrovie non più attive e smantellate che possono diventare provvidenziali piste ciclopedonali. L’iniziativa promossa da Comodo (Cooperazione mobilità dolce) coinvolgerà quante più realtà possibili locali, nazionali e istituzionali per accendere i riflettori su un patrimonio da tutelare e salvare nella sua integrità, trasformandolo in ‘green tour’ per la riscoperta e la valorizzazione di luoghi legati a una fruizione lenta, ambientale e turistica.

  • Promuovere il turismo lento alla scoperta dei 'green tour': al via la giornata nazionale delle "Ferrovie Dimenticate"
    "Alla ricerca di Nemo" (2003) Nell'Odissea omerica era il figlio Telemaco a cercare il padre perduto fra i mari. Nel celeberrimo film della Disney i ruoli si invertono: è il papà Marlin, apprensivo fino all'ossessione, a dover trovare il figlio smarrito chissà dove. E nel frattempo dovrà crescere a sua volta e maturare nel suo ruolo.
  • Promuovere il turismo lento alla scoperta dei 'green tour': al via la giornata nazionale delle "Ferrovie Dimenticate"
    "Mrs. Doubtfire" (1993) In questo classico ormai senza tempo, Robin Williams si cala in uno dei suoi ruoli iconici. Daniel è un papà ma soprattutto un eterno bambino, incapace di assumersi le sue responsabilità domestiche. Quando la moglie gli chiede il divorzio, si "trasforma" in una tata per rimanere vicino ai figli. I quali lo ameranno in qualsiasi sua versione.
  • Promuovere il turismo lento alla scoperta dei 'green tour': al via la giornata nazionale delle "Ferrovie Dimenticate"
    "La vita è bella" (1997) Nel film che gli è valso l'Oscar, Roberto Benigni è Guido, papà coraggioso che riuscirà in un'impresa apparentemente impossibile: nascondere al figlioletto Giosué l'orrore della vita in un campo di concentramento. Come? Facendolo sognare con gli occhi di quello che è: un bambino.
  • Promuovere il turismo lento alla scoperta dei 'green tour': al via la giornata nazionale delle "Ferrovie Dimenticate"
    "Alla ricerca della felicità" (2006) Nel film di Gabriele Muccino è raccontata la storia vera di Chris, uomo costretto a crescere un figlio in condizioni di grave ristrettezza economica. Ci riuscirà con pazienza, sacrificio e tanto amore. Will Smith interpreta il protagonista affiancato dal figlio Jaden. Insomma, una celebrazione del papà a 360°
  • Promuovere il turismo lento alla scoperta dei 'green tour': al via la giornata nazionale delle "Ferrovie Dimenticate"
    "Kramer contro Kramer" (1979) Storia drammatica del divorzio tra Ted (Dustin Hoffman) e Joanna (Meryl Streep). Al centro c'è la contesa per la custodia del figlio Billy. Il papà farà di tutto per ottenerla, anche a costo di grandi sacrifici. Finché non capirà cosa davvero farà il bene del bambino. Come fanno i veri padri.
  • Promuovere il turismo lento alla scoperta dei 'green tour': al via la giornata nazionale delle "Ferrovie Dimenticate"
    "In viaggio con papà" (1982) Papà Alberto Sordi in viaggio col figlio Carlo Verdone. L'essenza della romanità e due generazioni a confronto nella commedia diretta dallo stesso Albertone. I due impareranno a conoscersi dopo anni di distacco, scoprendosi molto più simili (nella sfortuna) di quanto non avrebbero potuto immaginare.
  • Promuovere il turismo lento alla scoperta dei 'green tour': al via la giornata nazionale delle "Ferrovie Dimenticate"
    "Era mio padre" (2002) Sicario della criminalità organizzata di Chicago, Mike (Tom Hanks) è un uomo a dir poco glaciale. Per questo è poco amato dal figlio Peter (Liam Aiken). Quando però sono costretti a fuggire insieme e quindi a conoscersi meglio, il ragazzo comincerà a capire cosa davvero si nasconde dietro quella maschera cerea che risponde al nome di suo padre.
  • Promuovere il turismo lento alla scoperta dei 'green tour': al via la giornata nazionale delle "Ferrovie Dimenticate"
    "Big Fish" (2004) Ed Bloom (Albert Finney) è un uomo anziano e in fin di vita, amato da tutti tranne che dal figlio Will (Billy Cudrup) per via della sua tendenza a raccontare la propria vita in modo favolistico. Quando il figlio comprenderà la ragione per cui il padre ha deciso di guardare al mondo con gli occhi di un bambino, avrà luogo una riconciliazione fra le più commoventi della storia del cinema.
  • Promuovere il turismo lento alla scoperta dei 'green tour': al via la giornata nazionale delle "Ferrovie Dimenticate"
    "Stanno tutti bene" (2009) Nel remake del film di Giuseppe Tornatore, Robert De Niro interpreta Frank Goode, ex operaio e vedovo che parte per un singolare viaggio: andrà alla ricerca dei quattro figli, per vederli dopo una lunga lontananza. Il viaggio sarà anche l'occasione per tracciare il bilancio di una vita intera.
  • Promuovere il turismo lento alla scoperta dei 'green tour': al via la giornata nazionale delle "Ferrovie Dimenticate"
    "Mi chiamo Sam" (2001) Dove può arrivare un padre solo con l'amore? Lo dimostra Sam (Sean Penn), uomo affetto da ritardo mentale e che lotterà fino all'ultimo per non perdere la custodia della figlia. Un film commovente che vede Penn in una delle sue interpretazioni migliori.

Dopo il 3 marzo, l’iniziativa continuerà con il “Mese della mobilità dolce” (fino al 7 aprile): in programma tour a piedi, a cavallo, in bici tra ‘corridoi verdi’ fra alzaie di canali e fiumi, sentieri campestri, piccole stazioni, manufatti con ferrovie dismesse, antiche mulattiere ripristinate. L’obiettivo è di recuperare tutte queste infrastrutture dimenticate per creare la rete di “mobilità dolce”.

Potrebbe interessarti anche: Greenways in Sicilia: il panorama inesplorato delle “vie verdi”

La Giornata nazionale delle ferrovie dimenticate: oltre 10.000 km di bellezza

Nel nostro Paese la lunghezza delle ferrovie dismesse è di circa 7.000 km. Se a questi si aggiungono 2.500 km di strade lungo gli argini dei fiumi e dei canali, 1.500 km di tronchi stradali dismessi e diverse migliaia di chilometri di sentieri, mulattiere, tratturi di interesse storico e culturale, ci sono oltre 10.000 km di una potenziale rete nazionale di mobilità dolce, sicura e protetta rispetto ai veicoli a motore, accessibile a tutti, bambini, anziani, famiglie, diversamente abili, ove si possono fare passeggiate a piedi, andare in bicicletta o a cavallo.

La Giornata nazionale delle ferrovie dimenticate ha il patrocinio del ministero dell’Ambiente, Federciclismo, associazione Cammini d’Europa, Alpine Pearls e Mediterranean Pearls, Italia Slow Tour e molte altre realtà comunali e nazionali vicine al settore dell’ecoturismo.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here