L’acqua di cocco è sicuramente la novità più condivisa dell’estate appena trascorsa e di certo per molti sarà utilizzata anche durante il resto dell’anno.

La moda di questa singolare bevanda, come spesso capita, ha avuto origine nelle ricche città e spiagge della costa californiana, e dopo essersi diffusa in tutti gli Stati uniti ha conquistato l’Europa e il Belpaese.

Molte star di Hollywood si sono fatte promotrici di questo straordinario succo tramite i social network, e le loro foto al mare o in palestra sono diventate subito virali in rete con decine di hashtag virali.

Da non confondere con le noci di cocco legnose e spelacchiate che abitualmente troviamo nel banco frutta del supermercato, l’acqua di cocco è invece il liquido cristallino che si trova all’interno dei cocchi acerbi e non maturi.

Il sapore è particolare, niente a che vedere con il cocco che siamo abituati a gustare: quasi sapido, con un retrogusto amarognolo.

La bevanda è composta per il 95% da acqua, pochi zuccheri naturali e tanti sali minerali.

Ma cosa rende speciale questa bevanda?

Coccomania: una moda salutare

Nulla di miracoloso nel dettaglio, ma nel complesso è tanto ricca di particelle polifunzionali e di sali che la rendono un validissimo sostegno alla salute del nostro organismo.

In pratica si va ad acquistare una bibita ipocalorica adatta all’uso giornaliero, un dissetante e rinfrescante rimedio contro l’afa dell’estate e un modo per reidratarsi durante e dopo l’attività fisica in palestra reintegrando sali minerali senza eccedere nel consumo di zuccheri aggiunti come accade con altri integratori di uso comune.

L’acqua di cocco contiene fino a 294 mg di potassio e 5 mg di fruttosio ogni 25 cl e pochissimo sodio, insieme a una buona presenza di calcio, fosforo e magnesio, minerali importantissimi che assicurano il corretto funzionamento del nostro sistema nervoso e migliorano la funzione cognitiva.

Praticamente una lattina di questa bibita contiene più potassio di una banana.

Non ci sono controindicazioni riguardo alle quantità di assunzione: 250 ml di prodotto contengono poco più di 50 calorie senza zuccheri indesiderati né grassi, ma è più densa della normale acqua quindi tende a dare un senso di sazietà e riduce proporzionalmente l’appetito, motivo per cui viene inserita all’interno dei consigli di parecchie diete.

Grazie all’alto contenuto di fibre, la sua assunzione giornaliera può prevenire la fastidiosa acidità di stomaco e la forte natura diuretica di questa bevanda la rende anche adatta all’eliminazione delle tossine e alla prevenzione di problemi renali.

Sono alti i valori di elettroliti – grazie ai quali, è stato dimostrato, si può controllare il livello della pressione arteriosa del nostro corpo.

Per ultimo, in molti sottolineano la presenza dell’acido laurico nella bibita in questione, che rafforza il sistema immunitario ed è molto efficace contro le infezioni.

L’acqua di cocco è stata addirittura  testata come rimedio per i sintomi che seguono un occasionale consumo eccessivo di alcool, per reintegrare il corpo di liquidi e contrastare il senso di nausea, e sebbene non si tratti di un modo “canonico” di sfruttare le sue molteplici proprietà il passaparola tra i giovani la rende famosa anche per questo.

Un altro uso poco ortodosso di questa bevanda poliedrica è quello cosmetico:essa è infatti uno splendido detergente in grado di tonificare la pelle, usata semplicemente imbevendo dei dischetti struccanti di cotone con qualche goccia e applicandola sulle zone interessate da brufoli o acne: l’acqua di cocco idrata la pelle senza ostruire i pori a differenza di  tante altre creme.

Insomma, se solitamente l’estate ci porta mode pronte a finire nel dimenticatoio con l’arrivo di settembre , la “cocco-mania” di quest’anno probabilmente ha aiutato la gente a conoscere ed apprezzare un prodotto a lungo sottovalutato, facilmente reperibile in qualsiasi supermercato: vero e proprio elisir del benessere naturale dalle molteplici e benefiche funzionalità.

Marco Calabretta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here