È tornato recentemente alla ribalta grazie al cinecomic (2018) con Tom Hardy protagonista. È da sempre uno dei personaggi più ambigui e affascinanti dell’universo fumettistico della Marvel. Ora le origini di Venom sono rivelate a sorpresa dal suo stesso creatore.

Il disegnatore e creatore di Venom, Todd McFarlane, nella giornata di ieri ha infatti diffuso un video in cui spiega in che modo avrebbe concepito il suo iconico personaggio. Ebbene, i fan potrebbero essere stupiti dalla motivazione di fondo: il personale risentimento di McFarlane per il costume nero “indossato” da Spider-Man sin dalle storie del 1984.

Ti potrebbe interessare anche: “È blasfemo”: la DC Comics cancella il fumetto con Gesù supereroe

“Sono entrato negli uffici di Spider-Man dopo aver lavorato su ‘Hulk’ e volevano che io disegnassi Spider-Man – racconta divertito McFarlane – Ma lui aveva il costume nero. Non volevo disegnare questo costume nero. Non mi diceva nulla. Volevo disegnare l’uniforme rossa e blu”. Da lì sarebbe partito un braccio di ferro con i suoi supervisori, i quali gli avrebbero promesso: “Todd, sei al numero 298. Tieni duro e poi magari ti accontenteremo”. McFarlane non si sarebbe quindi dato per vinto, finché col numero 300 (1988) di “The Amazing Spider-Man” non avrebbe ottenuto la sua vittoria. È qui infatti che Peter Parker scopre che il suo costume nero (creato con tecnologia aliena durante la miniserie “Secret War”) nasconde in realtà un mostruoso simbionte. Quest’ultimo è così cacciato via e trova in un rivale di Peter, Eddie Brock, l’organismo ospite di cui ha bisogno per diventare infine Venom.

In realtà le origini di Venom non sono mai state chiarite del tutto. Sebbene Todd McFarlane ne ribadisca la paternità, più autori rivendicano di aver avuto l’idea prima di lui. Il più celebre è senz’altro David Michelinie, nome storico in casa Marvel, il quale avrebbe concepito il personaggio ben prima del 1988 e renderlo un’antagonista femminile. La disputa con McFarlane non si è mai sopita. Fra i due litiganti, nel 2007 si è tuttavia inserito Randy Schueller, fan dei fumetti Marvel, che racconta di come nei primi anni Ottanta abbia proposto per primo l’idea del costume nero e dotato di cellule “senzienti”. Questa è stata venduta alla Marvel per soli 220 dollari. Il film “Venom” da solo, di dollari, ne ha incassati ben 800 milioni.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here