È stata la notizia-bomba che ha fatto fremere milioni di fan nel mondo. Alimentando peraltro sospetti di lunga data. Ma ora George R. R. Martin interviene in prima persona per un chiarimento intorno ai volumi sei e sette de le “Cronache del ghiaccio e del fuoco”.

No, ‘The Winds of Winter’ e ‘A Dream of Spring’ non sono finiti. ‘Dream’ non è nemmeno iniziato. E non inizierò a scrivere il settimo volume prima di aver finito il sesto”, così George R. R. Martin dal proprio sito mette a tacere le voci clamorose che si rincorrono da settimane. Il 29 aprile in una convention in Russia, l’attore Ian McElhinney – interprete di Ser Barristan Selmy in “Game of Thrones” – ha stupito tutti rivelando: “Magari ne sapete più di me ma, per quanto ne so io, George ha scritto i volumi sei e sette“.

Ti potrebbe interessare anche: “Arancia meccanica”, scoperto in Italia il manoscritto del sequel inedito

“Trovo assurdo doverlo dichiarare – prosegue Martin -. Perché dovrei starmene per anni fermo con i libri pronti? Le case editrici che mi pubblicano in tutto il mondo permetterebbero una cosa simile? Fanno milioni di dollari ogni volta che un nuovo libro delle ‘Cronache del ghiaccio e del fuoco’ viene pubblicato. Ritardare la pubblicazione non avrebbe senso“.

Infine lo scrittore smentisce l’esistenza di una specie di accordo segreto con la Hbo, l’emittente che produce e trasmette la serie Tv di successo “Game of Thrones”: “Non c’è nessun patto. Vi assicuro che la Hbo sarebbero stati elettrizzati e felici se ‘The Winds of Winter’ fosse stato pubblicato quattro o cinque anni fa – spiega Martin – E poi perché Hbo vorrebbe che io non pubblicassi i miei libri? I romanzi aiutano a creare interesse nei confronti dello show e viceversa“.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here