Michael Wolff, dopo il successo internazionale ottenuto con il libro “Fuoco e furia” (2018) sul primo, caotico anno alla Casa bianca del presidente statunitense Donald Trump, ha finito di scrivere il sequel ‘Siege: Trump Under Fire’, che dovrebbe essere disponibile dal 4 giugno.

Lo anticipa il portale Axios. Il libro parlerà dell’assedio (“siege“) alla Casa bianca, degli attacchi (“under fire“) arrivati da ogni parte, dall’inizio del secondo anno fino alla consegna del rapporto Mueller sul cosiddetto Russiagate. Secondo l’editore di entrambi i libri, Henry Holt, “Fuoco e furia” (“Fire and Fury”) ha venduto oltre 4 milioni di copie in tutto il mondo.

Ti potrebbe interessare anche: “Game of Thrones”, Martin nega l’inciucio con HBO: “Non ho ancora scritto i volumi finali”

Stando a quanto rivelato dallo stesso editore, l’autore Michael Wolff avrebbe preparato un volume decisamente corposo, un esteso dietro-le-quinte nell’amministrazione statunitense composto grazie a oltre 150 fonti. Non è stato chiarito se alcune di queste siano da identificarsi con personalità all’interno dell’attuale staff presidenziale.

Fuoco
Michael Wolff

Autentico fenomeno editoriale, “Fuoco e furia” è stato il primo libro ad aver raccontato dettagli e indicrezioni sui conflitti interni alla Casa bianca. Contende la palma di miglior documento sul tema a “Paura. Trump alla Casa bianca” (“Fear: Trump in the White House”) di Bob Woodward.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here