Avete mai sognato di vedere il vostro nome immortalato nel romanzo di un grande scrittore? Ora arriva l’opportunità che fa per voi.

Dare un nome al bene

Margaret Atwood, Julian Barnes, Lee Child e altri autori di fama internazionale hanno infatti deciso di “mettere all’asta” i nomi di alcuni personaggi dei loro prossimi libri. L’iniziativa, curiosa, è finalizzata alla raccolta di fondi per una campagna di beneficenza promossa da Freedom from Torture. L’obiettivo è la sensibilizzazione dei media e dell’opinione pubblica intorno alla tutela dei diritti umani in molte aree del mondo.

Gli autori chiamati in causa hanno espresso una partecipazione più che convinta. “Nei miei romanzi, parlo spesso di mondi privi di libertà” ricorda Margaret Atwood, autrice di romanzi distopici che hanno fatto epoca. Basti pensare a “Il racconto dell’ancella” (tit. or. “The Handmaid’s Tale”, 1985), in cui narra di una società che costringe le donne alla sottomissione. Intervistata dal Guardian, la scrittrice canadese ricorda inoltre che “Sebbene il mondo continui a essere un posto spaventoso, le nostre voci sono potenti e noi abbiamo la libertà di usarle“. Segue a ruota Lee Child: “Le vittime di tortura sono le persone più ferite e demoralizzate fra noi, perciò ogni azione per aiutarle è da applaudire e supportare“.

nome
Margaret Atwood

Le modalità dell’iniziativa

L’asta avrà luogo il 15 novembre e non metterà in palio solo i nomi di personaggi romanzeschi. Nel lotto, compariranno infatti anche una sceneggiatura firmata dall’attrice Helen Mirren, la possibilità di essere ritratti da Chris Riddell e la commissione di un nuovo lavoro di Quentin Blake. La base d’asta per i nomi partirà dalle 150 alle 250 sterline. Si prevede comunque un rialzo significativo: l’anno scorso, il nome di un personaggio nel prossimo libro di Ian McEwan è costato ben 2500 sterline.

Vuoi leggere altre notizie di Libri? Clicca qui

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here