Come vuole la recente tendenza del calcio, una sconfitta sul campo non è solo un risultato da segnare in rosso su un tabellone. Lo scopre suo malgrado anche la Juventus, reduce dalla batosta subita nei quarti di Champions League.

La sconfitta contro l’Ajax e l’eliminazione dal torneo affossano il titolo Juventus a Piazza Affari. Nelle prime battute di contrattazione di oggi, le azioni della società bianconera hanno fatto segnare un calo del 24,68 per cento, causando pure una sospensione temporanea. Ma soprattutto tagliando, di fatto, un quarto della capitalizzazione borsistica del gruppo, che comunque nell’ultimo anno aveva fatto segnare un +172 per cento sui mercati di Borsa Italiana.

Ti potrebbe interessare anche: Psg, la Nike si oppone al trasferimento di Mbappé al Real Madrid

Ma il risultato negativo degli uomini di Massimiliano Allegri può comportare anche un rallentamento del piano di crescita quinquennale varato dal club e imperniato attorno all’acquisto di Cristiano Ronaldo. La Juventus esce dalla Champions League con un incasso di circa 94 milioni, in termini di premi Uefa: 30 dai risultati storici, 26 dalla partecipazione e dai risultati nei gruppi, 20 da ottavi e quarti e circa 18 dal market pool. La qualificazione alle semifinali avrebbe portato in cassa 12 milioni di bonus più un altro milione dal market pool (per la quota relativa al numero di partite disputate in stagione): totale 13 milioni, oltre a un altro incasso al botteghino, di oltre cinque milioni. Vincere la coppa avrebbe fatto schizzare i premi complessivi a 127 milioni, da qui il mancato incasso potenziale di 33.

Intanto Andrea Agnelli fa i complimenti agli avversari: “L’Ajax ha ampiamente meritato di passare il turno. C’è la delusione per una sconfitta ma c’è anche da fare una valutazione complessiva: ormai siamo al 5°-6° anno che siamo stabilmente stabilmente nei quarti di Champions e questo è motivo di orgoglio”. “Quest’anno la Champions League era un obiettivo e lo sarà anche l’anno prossimo – ha aggiunto – Con Allegri in panchina”.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here